Stampa

Detrazioni fiscali fotovoltaico

Scritto da Super User on . Postato in Notizie

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

50% fino al 30 Giugno 2013.

L'Agenzia delle entrate fa finalmente chiarezza sulla possibilità per gli impianti fotovoltaici di accedere alla detrazioni fiscali Irpef: la risposta è positiva, ma permane il divieto di cumulabilità con gli incentivi del Conto energia. Più nel dettaglio, l'Agenzia spiega che i pannelli fotovoltaici hanno diritto normalmente alla detrazione del 36% per le ristrutturazioni generiche, ma «Limitatamente alle spese sostenute dal 26 giugno 2012 (data di entrata in vigore del decreto legge n. 83 del 22 giugno 2012 - Misure urgenti per la crescita del Paese) al 30 giugno 2013, la detrazione fiscale aumenta al 50%, entro il limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare» ( sull nota della Direzione centrale normativa dell'Agenzia si conferma che gli impianti fotovoltaici rientrano tra gli interventi finalizzati al conseguimento di risparmi energetici, articolo 16-bis del Tuir, lettera h, introdotto dall'articolo 4 del Dl 201/2011 - vedi allegato, pdf). L'installazione di pannelli fotovoltaici per la produzione dell'energia elettrica, quindi, può rientrare nell'agevolazione ma, con questa scelta, l'elettricità prodotta non può essere incentivata attraverso il Conto energia.

Le possibilità. 

Le detrazioni fiscali possono essere abbinate al Ritiro dedicato o allo Scambio sul posto. Ovviamente alle detrazioni, in 10 rate di uguale importo sull'IRPEF in altrettanti anni, possono accedere solo le persone fisiche (non solo i proprietari ma anche i titolari di diritti reali sugli immobili oggetto degli interventi).

Modalità per poter usufruire della detrazione.

Le spese detraibili devono essere pagate tramite bonifico bancario o postale da cui risulti la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che paga e il codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento: per chi ha già effettuato le spese e non ha pagato con bonifico, non sarà possibile accedere alla detrazione. Non occorrerà invece come qualcuno temeva produrre documentazione che attesti il risparmio energetico conseguito: basta “conservare la documentazione comprovante l'avvenuto acquisto e installazione dell'impianto a servizio di un edificio residenziale, mentre non è necessaria una specifica attestazione dell'entità di risparmio energetico derivante dall'installazione dell'impianto fotovoltaico", spiega l'Agenzia. 

E dopo il 30 Giugno?

A partire dal 1° luglio 2013, a meno di nuovi provvedimenti, la detrazione spettante diventerà nuovamente del 36%. Esclusa invece la possibilità che gli impianti fotovoltaici possano godere delle detrazioni del 55% per l'efficienza energetica che, precisa l'Agenzia delle entrate, spettano ai “pannelli solari" esclusivamente "per la produzione di acqua calda". Il verdetto era atteso perché già oggi, per alcune tipologie di impianti, lo sgravio del 50% risulta più conveniente degli incentivi del Conto energia e, soprattutto, incappa in meno ostacoli burocratici (in primis il Registro grandi impianti). La pronuncia dell'Agenzia delle entrate, inoltre, squarcia il velo su quanto potrebbe succedere tra qualche mese al fotovoltaico italiano che, con la fine dei fondi a disposizione del Conto energia (a cui restano meno di 150 milioni di euro), dovrebbe trovarsi a competere sul mercato energetico con il solo sostegno delle detrazioni del 36%.

Leggi l'articolo completo Conto Energia o detrazione fiscale?

Forse possono anche interessarti le altre voce di questa sezione:

 

 

 

 

Finanziamenti

  Finanziamenti rapidi, convenienti e sicuri!
Visita la sezione completa e scegli il finanziamento giusto per te!
  Leggi l'articolo >Finanziamenti

Aton Energia Pulita di Lorenzo Cossu - Sede in via S.Satta 2 - 09010 Decimoputzu (CA) - Italy
P.Iva 06238910969 - Reg. Imprese di Cagliari 256648 - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.