Stampa

Il mercato eolico

Scritto da Super User on . Postato in Articoli del sito

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 


Il ricorso a sistemi in grado di generare energia in maniera pulita e sostenibile sta avendo in questi ultimi anni un notevole incremento grazie anche alla spinta emotiva conseguente i problemi climatici e di approvvigionamento delle risorse cui va incontro il nostro pianeta, e che acquisterà un'importanza sempre maggiore in seguito alla decisione della Comunità Europea, insieme ad altri Paesi, di recepire gli impegni di riduzione delle emissioni clima-alteranti, così come esposto nel protocollo di kyoto. Negli ultimi dieci anni gli impianti alimentati dalla forza del vento sono stati la fonte energetica mondiale con crescita più veloce, aumentando di sei volte: da 4.800 megawatt nel 1995 a 31.100 megawatt nel 2002. Il boom che sta avendo negli ultimi anni in Europa lo sviluppo delle cosidette Wind Farm (siti di produzione di energia eolica) ha notevolmente contribuito a ridurre i costi della tecnologia innescando così un effetto a catena, in parte sospinto dai contributi concessi a questi impianti (certificati verdi), in parte frenato dalle difficoltà connesse al rilascio delle autorizzazioni e delle verifiche sull'inserimento nell'ambiente.
I costi dell’energia eolica infatti sono scesi dai 38 centesimi  al chilowattora nei primi anni ’80 ai circa 4 centesimi di oggi nei siti con buona ventosità. Alcuni recenti contratti di fornitura a lungo termine siglati negli Stati Uniti e in Gran Bretagna stanno fornendo energia a 3 cent. al chilowattora. Il Wind Force 12 prevede che il costo medio per chilowattora di energia generata dal vento scenderà a 2,6 cent. entro il 2010 e a 2,1 cent. entro il 2020.
Questo è quanto sta succedendo per i grossi impianti eolici (per intenderci con potenze superiori a 500kW), mentre poco o nulla si dice circa gli impianti eolici di piccolissime dimensioni il cui impatto visivo può essere, nel caso di potenze di qualche kilowatt, pari o di poco superiore a quello di un'antenna parabolica e che trovano applicazioni diverse da quelle tipicamente industriali: abitazioni private, infrastrutture turistiche (campeggi, hotel, porti turistici), siti remoti (stazioni meteo, rifugi alpini, strutture isolate sia in montagna che in mare o su isole, riserve naturali) ma anche utenze pubbliche (illuminazione, impianti semaforici).
L'utilizzo della fonte eolica per la produzione di energia pulita e rinnovabile si sta sempre più consolidando come una delle grandi opzioni di diversificazione energetica, consentendo la coltivazione energetica di aree già utilizzate per altre colture o scarsamente utiizzate. In tal senso per quella categoria di mansioni che sono a stretto contatto con la terra decidere di installare un piccolo impianto eolico e trarne una rendita con i certificati verdi grazie all'utilizzo del vento è come se si stesse coltivando qualsiasi altro tipo di ortaggio, senza che lo stesso impianto ne limiti l'uso dello spazio a disposizione o ne modifichi la destinazione d'uso. E' anzi, una buona alternativa di guadagno consentendo alle nostre campagne di avere un buon margine di sostentamento.

Vedi anche le altre voci di menu:

 

Finanziamenti

  Finanziamenti rapidi, convenienti e sicuri!
Visita la sezione completa e scegli il finanziamento giusto per te!
  Leggi l'articolo >Finanziamenti

Aton Energia Pulita di Lorenzo Cossu - Sede in via S.Satta 2 - 09010 Decimoputzu (CA) - Italy
P.Iva 06238910969 - Reg. Imprese di Cagliari 256648 - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.